Yoga: per eliminare cuscinetti e ritenzione idrica

Non solo per il Benessere Psicofisico completo, ma anche per problematiche specifiche come la cellulite
lo Yoga dà un aiuto concreto.
In questo caso saranno alcune posizioni Yoga ad aiutarti a contrastare la cellulite grazie alla loro forte
azione drenante, tonificante e snellente.
“Yoga oltre ad aiutare lo spirito, modella il corpo con grandi benefici sulla salute…naturalmente la
costanza è necessaria.
Ecco alcune posizioni che aiutano l’eliminazione della cellulite, anche se è consigliato svolgere almeno
una volta alla settimana una lezione completa di Yoga (vedi i nostri orari).
Il cane che guarda in basso
La posizione del cane è un’asana molto importante, toccasana per la circolazione e il buon funzionamento
del sistema cardiocircolatorio; va ad impattare su un migliore scambio cutaneo, contrastando la
formazione della cellulite. Si inizia formando un triangolo che ha la base a terra, palmi delle mani
appoggiati e inizialmente solo sulle punte dei talloni sollevati. Con le mani e I piedi completamente
aderenti il suolo e si rimane in questa posizione per 15-20 secondi.
Si può variare alzando una gamba, se si riesce formano una linea continua con il braccio corrispondente.
Alternare la gamba. Le posizioni vanno tenute dai 15 ai 20 secondi.
Gambe e caviglie si sgonfiano, si drenano i liquidi, addome ed i glutei si rassodano.
La candela
Proprio quella che facevamo da piccoli, può sembrare una posizione banale, ma è tra le migliori per
contrastare e sconfiggere la cellulite.
Aiuta la circolazione facendo defluire il sangue verso il basso, lasciando le gambe libere e leggere. Per
mantenere la posizione si devono contrarre i glutei per aumentarne l’efficacia. Mantenere questa posizione
per 15/20 secondi al massimo, per poi ripeterla dopo un pausa.
Il guerriero
Addome, gambe e glutei: sono questi i punti dove agisce quest’asana. Si tratta di un affondo con il piede
posteriore perpendicolare alla posizione di quello avanzato e le braccia aperte all’altezza delle spalle. Si
contraggono i muscoli della pancia e dei glutei. Da eseguire in alternanza e mantenere per una ventina di
secondi.
Il ponte
Il ponte è fondamentale per chi ha la cellulite proprio sul lato B.
Da sdraiati si solleva il più possibile il bacino. Le mani a pugno sotto la schiena per sostenervi meglio.
Stendere una gamba il più possibile verso l’alto col piede teso: per 15-20 secondi e cambiate gamba.
I risultati? visibili in poco tempo.
Dr. Vania Bortolozzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...